iTANDEM: la condivisione ci ha portati qui

Condividere. Sharing. Compartir. Partager. Teilen. Compartilhar. In qualsiasi lingua la pronunci, la parola “condividere” ha il suono delle porte che si spalancano su un’opportunità.


È lo stesso suono che abbiamo sentito noi man mano che progettavamo iTANDEM, la cui forza si chiama: condivisione.

Com’è nato iTANDEM

“Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu e io abbiamo sempre una mela per uno.
Ma se tu hai un’idea, e io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee” - George Bernard Shaw


Il potere della condivisione delle idee è grande. iTANDEM non esisterebbe se un giorno Giovanni, il suo fondatore, non avesse parlato con altre persone della sua idea: usare la tecnologia per permettere scambi linguistici e culturali tra gente proveniente da tutto il mondo. In modo facile, divertente e gratuito.


Siamo partiti da qui, da un obiettivo chiaro. E poi...

Il nostro viaggio nella condivisione

Nel giro di un anno abbiamo concepito un portale dentro cui le persone potessero:

La sfida: ognuno, su iTANDEM, deve vivere un’esperienza personalizzata, yourExperience.

A Dicembre 2015 ci siamo presentati al mondo, sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter. In pochissimi giorni abbiamo superato il nostro obiettivo e raggiunto il 123% del goal.

A Febbraio 2016 siamo andati alla volta del Cile, dopo aver vinto la partecipazione al programma Start-Up Chile.

Oggi il nostro viaggio continua e ci mette di fronte a nuovi orizzonti. Noi, ogni giorno, cresciamo e vediamo crescere questa bellissima community fatta di persone che partono, ritornano, sognano, prendono coraggio, si divertono, trovano amici, si creano opportunità. E, soprattutto, condividono.